Salamanca 2018

Salamanca 2018

Nella settimana dal 19 al 24 Marzo la classe VP si è recata a Salamanca in viaggio d’istruzione. Gli studenti e le accompagnatrici, dopo circa 8 ore complessive di viaggio (volo e autobus privato), sono giunti nella città dove si vive la “vera Spagna”. Qui hanno poi incontrato le famiglie che avrebbero ospitato le coppie di ragazzi che, da quel momento in poi, sarebbero stati immersi completamente nella loro quotidianità. Proprio quest’ultima ha rappresentato la prima sfida da affrontare per i nuovi arrivati che si sono subito armati di un forte spirito di adattamento. Passata la prima notte, la giornata seguente è iniziata con la suddivisione dei ragazzi in due piccole classi per poter seguire al meglio le lezioni di lingua e cultura previste dal programma di HispanoContinental per l’intera settimana: Generaciòn del ’98, del ’14, Pio Baroja, Valle-Inclàn, Carmen Martìn Gaite, pezzi grossi della letteratura spagnola del XX secolo, e attualità. Da non dimenticare la visita all’Università di Salamanca, ottocentenario istituto che racchiude secoli di storia, arte e letteratura, con i quali si intrecciarono le vite di autori quali Miguel de Unamuno, Fray Luis de Leòn e Calderòn de la Barca. Come attività serale le insegnanti hanno accompagnato la classe a vivere l’esperienza del cosiddetto “ir de tapas”, che corrisponde ad una staffetta di aperitivi tra i bar della zona. L’escursione a Segovia ha impegnato l’intera giornata del 21 Marzo. Tra i monumenti visitati vi sono l’Acquedotto romano, risalente al tempo dell’imperatore Traiano, il castello dell’Alcazar, del secolo XI, la Cattedrale, in stile tardo gotico, la casa di Antonio Machado e una serie di innumerevoli palazzi aristocratici situati in ogni punto della città. Dopo Segovia è arrivato il turno di Avila, di dimensioni nettamente più ridotte rispetto alla prima ma ugualmente interessante. Ciò che caratterizza la cittadina, per quanto riguarda l’ambito architettonico, è la muraglia che la cinge; per quanto concerne invece l’ambito religioso, Avila si presenta come la città natale di Santa Teresa, difatti vi sono numerosi santuari, chiese e statue a lei dedicate. Dopo la cena, tenutasi rispettivamente ognuno con la propria famiglia ospitante, la VP è stata deliziata dalla visione del film, ovviamente in lingua, “Loving Pablo”, testimonianza della vita di Pablo Escobar. L’ultimo giorno si è concluso con una passeggiata letteraria pomeridiana consistente nel percorrere i luoghi di Salamanca che hanno visto nascere parte della letteratura spagnola. Per concludere il soggiorno studio l’intero gruppo ha assaporato una grande varietà di piatti tipici locali. Complessivamente l’esperienza è stata alquanto positiva per diversi aspetti quali l’affinamento dello spirito d’adattamento, sviluppatosi già nelle gite precedenti, il perfezionamento della lingua, accostata a cultura generale e l’approfondimento a livello di conoscenze di storia e letteratura.

La classe V P